In un evento Analogico come Phototrace non potevano mancare dei seminari sulle antiche tecniche di stampa.
Per questa edizione abbiamo privilegiato tecniche come la “Stampa alla Gomma” e la “Oleotipia“, entrambe fanno parte dei processi al pigmento quindi con origine pittorialista tendenza che si propone all’inizio della fotografia come esigenza intermedia fra pittura e fotografia. Questi processi dei quali fanno parte anche il Bromolio e la stampa al carbone danno vita ad immagini monotipo tridimensionali alla visione ed al tatto.

I seminari proposti sono delle dimostrazioni dove oltre a dare una visione contemporanea della tecnica di stampa alla Gomma e dell’Oleotipia danno una soluzione alla problematica del del bicromato di potassio, sensibilizzante altamente diffuso nelle antiche tecniche di stampa recentemente messo al bando a causa della sua composizione chimica.

Cosa dire di più su questi seminari dimostrativi, sono esperienze attualissime da vivere e non lasciarsi sfuggire!!!

Seminario di Stampa alla gomma “Gomma ai pigmenti” tenuto da Salvatore Abate
Domenica 29 settembre Salvatore Abate terrà un seminario dal titolo “Gomma ai pigmenti – Gum Diazo Print” ad Arezzo – Via degli Albergotti 13 (Vicino a Piazzo Grande) – dalle ore 9.30 alle 11.30.
Nel seminario verrà ripercorsa la storia della fotografia dalla sua nascita fino all’avvento della stampa ai sali d’argento. Verranno trattate le principali metodiche di stampa utilizzate dai fotografi del tempo, soffermandosi in particolarmodo sulla stampa ai pigmenti, che diede origine alla corrente artistica del pittorialismo,
Oltre alla visione di opere originale realizzate dal relatore, verranno altresì illustrate le modalità tecnico/pratiche di realizzazione di una stampa ai pigmenti: dallo scatto fotografico alla stampa del negativo digitale, dalla stesa dell’emulsione allo spoglio.
Il seminario si concluderà con una dimostrazione in laboratorio, dove avverrà una dimostrazione sull’applicazione del Diazo, sostanza sostitutiva del bicromato di potassio.

Seminario di Oleotipia tenuto da Roberto Lavini
Dimostrazione sul procedimento di stampa dell’oliotipia. Domenica 29 Settembre alle ore 14:30, in via degli Albergotti 13 presso la sede ArezzoIntour.
Oggi è possibile praticare questa tecnica facilmente in casa e con sostanze biodegradabili e sostenibili per l’ambiente. L’oliotipia è un processo di stampa fotografica inventata dall’inglese G.E.H. Rawlins nel 1904 e si basa sul principio naturale che l’olio e l’acqua si respingono reciprocamente. Questo versatile procedimento di stampa combina l’arte della fotografia con la pittura. Non esistono due copie identiche della stessa immagine perchè ogni pezzo è inchiostrato manualmente con l’uso di rulli di gomma piuma e pennelli. L’oliotipia insieme al Bromolio fu favorito da molti fotografi pittorialisti che amavano aggiungere un’interpretazione “artistica” alle loro opere. Tra i fotografi maestri di questa tecnica si possono citare: Constant Puyo, Robert Demachy, Léonard Misonne e Francis James Mortimer.
Roberto Lavini mostrerà al tecnica di stampa dell’Oleotipia in una sua veste riveduta sia utilizzando il sensibilizzante DAS (Diazostilbene) invece del bicromato di potassio, sia nella tecnica stessa di inchiostratura della matrice.