Soggetti fotografati nella contrapposizione tra fotografia-pittura e reale-astratto, oggetti reali ritratti nel loro stato originale che all’apparenza sembrano opere di astrattismo pittorico materico, tanto che le rappresentazioni esposte non hanno una precisa collocazione percettiva tra pittura e fotografia, nel reale o nell’astratto, risultando quindi in antitesi tra esse.
Il concetto di antitesi è parte integrante del sistema filosofico dialettico di Hegel in un processo a tre fasi – tesi-antitesi-sintesi – qui reinterpretate dall’autore nell’interezza dell’atto creativo: dall’ispirazione dell’autore, all’esposizione delle opere e infine alla comprensione dell’idea da parte del pubblico.
Quindi, se nell’Antitesi Hegel determina un elemento fondamentale per la ricomposizione della coscienza, in seguito allo scontro dell’idea col mondo esterno, l’arte e la cultura sono dunque un modo per accrescere e arricchire la coscienza dello spettatore e dell’autore reciprocamente?

“L’atto creativo non viene eseguito solo dall’artista; lo spettatore porta il lavoro in contatto con il mondo esterno decifrando e interpretando le sue qualifiche interiori e quindi aggiunge il suo contributo all’atto creativo “. Marcel Duchamp

Autore
Baba Scarhead

Luogo
Via del Pantano, 36 – 52100 Arezzo

Periodo ed orari
Dal 12 Ottobre al 16 Novembre 2019
Sabato 12 Ottobre inaugurazione dalle ore 18:30 alle ore 23:30